Germania, coro di Ratisbona: 547 bambini vittime di violenze

Il coro del Duomo di Ratisbona, in Germania, è di nuovo nella bufera per una bruttissima storia di violenza e pedofilia. Secondo quanto riportano i media tedeschi, l'avvocato Ulrich Weber ha presentato il rapporto finale sulla vicenda, che assume contorni inquietanti.Infatti, in base al documento appena diffuso, tra il 1945 e oggi almeno 547 bambini del coro del Duomo di Ratisbona avrebbero subito violenze di vario tipo: 500 di natura corporale, 67 di tipo sessuale. Sempre secondo l'avvocato Weber, 47 tra gli autori delle violenze sarebbero stati identificati.La Bild scrive che il rapporto di Weber, 444 pagine in bianco e nero, accusa il coro del Duomo di Ratisbona di avere creato un "sistema basato sulla paura", con percosse e abusi sessuali. 547 le vittime identificate dal legale di Ratisbona dopo due anni di indagini, che hanno sfiorato anche Goerge Ratzinger, storico direttore del coro e fratello del Papa dimissionario.Nel suo report l'avvocato si scaglia contro la curia di Ratisbona, accusata di avere fatto tutto il possibile per ostacolare il suo lavoro di ricerca e ricostruzione dei fatti."Il contenuto del rapporto è particolarmente duro", spiega Weber, che aggiunge: "Molti ex ragazzi del coro tra il 1945 e il 1992 hanno descritto il loro periodo nel Duomo come il peggiore della loro vita, segnato da violenza, paura e impotenza".Le percosse erano una costante soprattutto della scuola materna della cattedrale di Etterzhausen. Identificati 47 autori delle violenze, di cui 9 per reati sessuali.

Fonte: http://www.ilgiornale.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...