Parchi traditi, in nome delle royalties

Ieri alla Camera si è consumato un tradimento: è stata approvata la proposta di riforma della legge quadro del 1991 sulle aree naturali protette, una legge straordinaria che ha portato la superficie protetta del nostro paese dal 2-3 % a oltre l’11 % dell’intero territorio e che ha messo in campo idee, professionalità, protagonismi, acceso entusiasmi e speranze. Il tradimento viene da lontano: da quando l’idea di parco che quella legge aveva recepito e trasmesso – luogo dove la conservazione … Continua

L’articolo Parchi traditi, in nome delle royalties è stato pubblicato su il manifesto.

Fonte: Il Manifesto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...