Aria nelle vene dei pazienti: è caccia al barelliere killer

Un'inchiesta su diversi omicidi che sarebbero stati provocati dal barelliere di un'ambulanza privata accusato di avere iniettato dell'aria nelle vene di malati terminali per accelerarne il decesso è stata avviata dalla Procura di Catania a seguito delle dichiarazioni di un collaboratore di giustizia. Adesso è caccia al barelliere killer che avrebbe agito per trarre un guadagno dall'intervento di agenzie funebri amiche. Il decesso avveniva durante il trasporto dall'ospedale di Biancavilla a casa dei pazienti, dimessi perché in fin di vita. I casi sarebbero iniziati nel 2012. Le prime rivelazioni il pentito le aveva fatte in un'intervista a Le Iene e poi si era recato in Procura per riferire i fatti di sua conoscenza. Carabinieri della compagnia di Paternò, su delega dei magistrati della Dda etnea, hanno acquisito cartelle cliniche in ospedale.

Fonte: http://www.ilgiornale.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...